Capire la violenza
e gli abusi

Sei preoccupato per il comportamento di un uomo

Se un uomo ti dice che sta usando la violenza

Niente se, niente ma - rispondere alle scuse degli uomini

Cose che (pensiamo) ci impediscono di dare aiuto

Se un uomo ti dice che sta usando la violenza

Se un uomo racconta a qualcuno di essere violento o controllante verso la sua partner, significa che ha già compiuto un importante passo verso il cambiamento.

Se qualcuno che conosci ti ha confessato di essere stato violento potresti sentirti scioccato, confuso, arrabbiato o provare altre emozioni negative. Il modo in cui rispondi nelle prossime settimane e mesi può fare una grande differenza.

Ti invitiamo a leggere le informazioni delle sezioni dell’uomo e la donna del nostro sito. Ci sono alcune informazioni su ciò che l'uomo può pensare e sulle possibilità a sua disposizione. Ti aiuterà anche a capire quello che sente la sua partner o ex partner.

Cosa fare?

Ci sono molte cose che puoi fare per aiutare l'uomo maltrattante a cambiare il suo comportamento. E' importante che tu ti muova nel modo più sicuro per la sua partner o ex partner. Puoi:

Che cosa non fare

Se hai già fatto una delle cose elencate in questa sezione, non ti preoccupare, non è mai troppo tardi per tornare da lui e dirgli che hai pensato a quello che ti ha detto e che hai realizzato di non avergli dato la risposta giusta

Non banalizzare o sminuire la violenza

È probabile che la situazione sia veramente peggiore di quello che tu o lui pensiate. Gli uomini maltrattanti di solito sottovalutano molto la gravità dei loro comportamenti violenti e di controllo, anche quando effettivamente riconoscono di avere un problema e desiderano modificarlo.

Non permettergli di dare la colpa agli altri per i suoi comportamenti

vedi la sezione niente se, niente ma – rispondere alle scuse degli uomini

Non cercare di farlo sentire meglio rispetto al suo comportamento

Commenti del tipo 'Non è così grave' sono veramente inutili. Se l'uomo sembra sconvolto o pentito, non cercare di farlo sentire meglio. Puoi parlargli delle cose che apprezzi di lui senza togliergli la responsabilità per ciò che ha fatto. Lui è importante per te, ma anche il suo comportamento è importante.

Non concentrarti sul tentativo di comprendere il motivo per cui è violento

Quello che conta è come il maltrattante può cambiare il suo comportamento. Le ragioni per cui gli uomini scelgono di essere violenti sono complesse ed il lavoro su queste è secondario rispetto al fermare il comportamento violento.

Non suggerirgli una terapia di coppia

La terapia di coppia si basa su entrambe le parti poiché presuppone una distribuzione paritaria del potere all’interno della coppia stessa. Se una donna ha un partner che la maltrattata probabilmente non sarà in grado di prendere liberamente delle decisioni o di agire seguendo i propri bisogni.

Se il rapporto è in crisi, è probabile che lo sia a causa dei comportamenti violenti dell’uomo. Ci potrebbero essere altri motivi di conflitto (tutte le coppie possono essere in disaccordo!), ma questi sono aspetti secondari rispetto alla violenza. Fino a quando la donna non si sente sufficientemente al sicuro per poter parlare dei propri bisogni, sentimenti e prospettive la terapia di coppia non è adeguata.

L’uso di comportamenti violenti e di controllo è una scelta. Scegliere di non essere più violento e riuscirci davvero richiede un tipo di sostegno molto specializzato.

Non credergli se dice che smetterà

Le ricerche in diverse culture, hanno dimostrato che gli uomini raramente smettono di usare la violenza e il controllo solo perché qualcuno dice loro di farlo. Hanno bisogno di desiderare loro stessi un cambiamento e hanno bisogno di un aiuto professionale per farlo.

Il tuo sostegno è importante, ma non può sostituire l'aiuto di un professionista adeguatamente preparato.

Il sostegno degli amici è importante, ma non può sostituire l'aiuto professionale.